CONSUMI – Tengono i consumi domestici di surgelati

28 Febbraio 2024

I surgelati continuano a essere una presenza costante nel carrello della spesa degli italiani. Lo rivelano i dati, relativi al solo canale Retail (quello dei consumi domestici), diffusi da IIAS – Istituto Italiano Alimenti Surgelati. 

Nel 2023, il comparto dei prodotti surgelati ha confermato la propria solidità registrando una sostanziale tenuta dei consumi tra le mura domestiche, che hanno raggiunto quota 645.000 tonnellate. Un dato incoraggiante (in attesa dei numeri definitivi, che includeranno anche i consumi fuori casa), soprattutto se rapportato al 2019, quando il consumo di frozen food si era attestato a 589 mila tonnellate. Negli anni successivi, il consumo di prodotti surgelati è cresciuto a un ritmo senza precedenti, per poi stabilizzarsi su livelli elevati. 

In termini percentuali, i dati Retail 2023 mostrano una crescita a volume del comparto frozen del +9,4% rispetto ai consumi domestici 2019. Rapportato al 2022, il dato mostra solo una leggera flessione a volume pari al -1,2%, prevedibile,  dopo anni di crescita record e continuativa e a seguito della ripresa dei consumi fuori casa post pandemia. 

“Il 2023 – commenta Giorgio Domegalni, presidente IIAS – è stato un anno con non poche difficoltà: dai problemi di approvvigionamento delle materie prime, registrati nei primi mesi dell’anno e provocati da eventi climatici estremi (come la siccità), alle notevoli criticità incontrate dalla logistica e dai trasporti a livello globale, fino al perdurare dell’inflazione, soprattutto nel comparto alimentare. Nonostante questo contesto, il comparto dei frozen food ha mostrato una solida tenuta”. 

Le categorie più amate

I vegetali si confermano al primo posto: con 215.695 tonnellate consumate nel 2023 (rispetto alle 213.345 del 2019), i vegetali sono cresciuti del +1,1%. 

Seguono, con 110.532 tonnellate, le patate, che registrano la crescita più significativa in termini numerici: con un +35,8% sul 2019 (quando i consumi avevano raggiunto le 81.393 tonnellate). 

Al terzo posto figura il pesce surgelato (naturale e panato), che ha raggiunto quota 92.372 tonnellate, con un incremento del +2,25% rispetto alle 90.335 tonnellate del 2019. 

Da evidenziare, nel 2023, anche il boom ottenuto dai piatti pronti surgelati, con un trend di crescita nei consumi domestici del +34,3% fra il 2019 e il 2023. 

Per quanto riguarda il comparto delle pizze surgelate,  a fronte di incrementi a due cifre nel 2020 / 2021, si è assistito ad un assestamento nel 2022 / 2023 essenzialmente dovuto alla ripresa dei consumi fuori casa. Da segnalare come negli ultimi anni questa categoria abbia proseguito con successo il suo cammino sulla strada dell’innovazione: l’offerta è divenuta sempre più varia, con l’introduzione di nuovi formati e ingredienti, l’uso di farine integrali o di kamut e le versioni senza glutine, per andare incontro anche alle esigenze dei consumatori con specifiche intolleranze.

 

  • Condividi articolo