MOCA – La California limita i PFAS e obbliga la dichiarazione in etichetta per le pentole

19 Ottobre 2021

La California approva la legge che limita la presenza di PFAS nei moca in carta. Il disegno di legge vieta la vendita di imballaggi per alimenti a base di fibre vegetali che contengono PFAS, aggiunti intenzionalmente, o che sono presenti nel prodotto in misura pari o superiore a 100 parti per milione.

Si tratta dell’AB 1200, noto come California Safer Food Packaging Cookware Act del 2021, approvato lo scorso settembre.

Il disegno di legge vieta l’uso di sostanze per e polifluoro alchiliche (PFAS) negli imballaggi alimentari composti per lo più  da carta, cartone o altri materiali derivati ​​da fibre vegetali. Richiede anche etichette di avvertenza sulle pentole a cui è stato intenzionalmente aggiunto PFAS.

Simile ad altre leggi statali sui PFAS negli imballaggi alimentari, il disegno di legge della California definisce i PFAS come “sostanze chimiche organiche fluorurate contenenti almeno un atomo di carbonio completamente fluorurato”.

A partire dal 1 gennaio 2024,  i produttori di pentole che contengono sostanze chimiche presenti nella Green Chemistry List (la lista delle sostanze segnalate) dovranno segnalarne la presenza sull’etichetta del prodotto e pubblicare le informazioni in Rete, insieme ad un collegamento agli elenchi di riferimento per le stesse sostanze.

Infine, a partire dal 1 gennaio 2023, i produttori di pentole non potranno affermare che le pentole siano prive di sostanze chimiche specifiche presenti nell’elenco, se la sostanza chimica appartiene allo stesso gruppo chimico o classe di sostanze chimiche elencate.

In collaborazione con Food Contact Center

Foto di Momentmal – Pixabay

  • Condividi articolo