Aziende – Girolomoni: è in funzione il nuovo mulino

12 Settembre 2019

La Cooperativa agricola Gino Girolomoni ha scelto il SANA di Bologna per presentare il nuovo impianto di molitura, direttamente collegato al pastificio, a Isola del Piano (PU). Si tratta di un investimento da oltre 3 milioni di euro, per una potenzialità produttiva di farina di 100 tonnellate al giorno e di 20.000 tonnellate all’anno. Grazie a questa misura, la cooperativa può ora controllare ogni fase della filiera: semina, coltivazione, raccolta, stoccaggio, pulitura, macinazione, per ottenere la semola della qualità desiderata per realizzare la pasta a marchio Girolomoni.
Il punto di forza del mulino è di preservare le proprietà organolettiche dell’intero chicco di grano, dalla crusca al germe, senza che venga aggredito o surriscaldato. Per far questo è essenziale rispettare i tempi lenti della macinatura prima e dell’essicazione poi.
“È un investimento importante che abbiamo meditato a lungo ma che abbiamo ritenuto necessario per caratterizzare la nostra filiera biologica di lavorazione e trasformazione del grano – spiega il presidente Giovanni Girolomoni -. Testimonia il nostro impegno per dotare la cooperativa degli strumenti più avanzati, che agevolino la nostra crescita nella direzione della qualità e ci permettano di progettare al meglio il futuro. Quest’impianto di molitura ci rende autosufficienti, consentendoci di controllare la lavorazione del grano dal seme al piatto”.
Al SANA, l’azienda ha presentato anche una novità di prodotto: la Farina di ceci biologica, in formato da 400 g, macinata a pietra. Questa farina è prodotta con ceci coltivati in Italia, recuperando i più piccoli e quelli spezzati, perché non vadano perduti.

  • Condividi articolo